ELN 2018
Ematobase.it
Xagena Mappa
Medical Meeting

Risultati ricerca per "Terapia anticoagulante"

Anche se molti pazienti con tromboembolismo venoso richiedono un trattamento prolungato, non è certo se sia meglio utilizzare una terapia anticoagulante a piena intensità o a bassa intensità o Aspirin ...


La trombosi venosa profonda e l’embolia polmonare sono note collettivamente come tromboembolismo venoso ( VTE ), una malattia vascolare comune e una delle principali cause di morbilità e mortalità in ...


L'efficacia e la sicurezza del trattamento anticoagulante non sono ben definite per i pazienti con trombosi venosa profonda, acuta e sintomatica ( DVT ) del polpaccio. Si è valutato se l’anticoagula ...


Uno studio di coorte basato sulla popolazione ha mostrato che il trattamento con le statine ha ridotto il rischio di recidiva di trombosi venosa nei pazienti che avevano sofferto di trombosi venosa. ...


L’Eparina a basso peso molecolare è consigliata rispetto a Warfarin ( Coumadin ) per il trattamento del tromboembolismo venoso acuto ( VTE ) in pazienti con carcinoma attivo in gran parte sulla base d ...


Durante la terapia anticoagulante a lungo termine nella fibrillazione atriale, le interruzioni temporanee della terapia sono comuni, ma il rapporto tra esiti del paziente e interruzioni temporanee no ...


Circa il 20% dei pazienti con tromboembolismo venoso non-provocato va incontro a ricorrenza entro 2 anni dall’interruzione della terapia anticoagulante orale. Allungare i tempi della terapia anticoag ...


Un nuovo studio ha mostrato che l'estensione della terapia anticoagulante per un ulteriore anno può essere di beneficio dopo che i pazienti con tromboembolismo venoso hanno completato il ciclo ...


Basse dosi di Vitamina-K per via orale diminuiscono l’INR ( International Normalized Ratio ) nei pazienti iper-anticoagulati in terapia con Warfarin, ma l’effetto sugli eventi di sanguinam ...


L’attuale terapia anticoagulante è dominata dall’Eparina a basso peso molecolare e dagli antagonisti per os della Vitamina K, che inibiscono in modo indiretto diversi step del pathw ...


Dabigatran ( Pradaxa ) riduce l’incidenza di ictus ischemico rispetto a Warfarin ( Coumadin ); tuttavia, data la mancanza di un antidoto, si teme che possa aumentare il sanguinamento durante gli inter ...


I pazienti che hanno avuto un primo episodio di tromboembolismo venoso non-provocato hanno un elevato rischio di ricorrenza dopo la sospensione dei farmaci anticoagulanti.L’Aspirina ( Acido Acet ...


Il decorso clinico della trombosi del seno venoso cerebrale è largamente sconosciuto poiché mancano studi prospettici con un follow-up lungo e con lo scopo di valutare il tasso di ricorr ...


Lo studio randomizzato PROLONG ha dimostrato che un D-dimero normale, un mese dopo la sospensione della terapia anticoagulante per tromboembolismo venoso non-provocato, è associato a un basso r ...


Nei pazienti con sospetta trombosi venosa profonda delle estremità inferiori, l’ecografia con compressione rappresenta in genere l’esame iniziale per confermare o escludere la trombosi venosa profonda ...